FAQ

Le piante officinali sono quelle che vengono dotate di proprietà ad attività terapeutica e si possono, ad esempio, ottenere da corteccia, semi, radici, foglie e fiori. Si tratta di estratti contenenti principi attivi che vengono utilizzati, fin dall'antichità, per riequilibrare l'organismo umano e proteggerlo dai diversi disturbi o dalle aggressioni esterne. Se si fa uso di un integratore a base di piante officinali sarà possibile apportare benessere alle funzioni dell'organismo senza effetti collaterali

Gli integratori alimentari servono per favorire le condizioni di benessere, aiutando le fisiologiche funzioni dell’organismo, mente i farmaci ripristinano, correggono e vanno a modificare le funzioni fisiologiche, fornendo un’azione farmacologica, immunologica o metabolica.

Spesso si è sentito parlare di rimedi naturali come se fossero un sinonimo di farmaci omeopatici. Niente di più sbagliato, dato che non tutto ciò che non è allopatico è detto omeopatia. La fitoterapia è un metodo terapeutico che fa uso solo di prodotti ad origine vegetale, a differenza dei farmaci omeopatici che invece usano anche sostanze che fanno parte del mondo animale e minerale.

Si. Gli integratori che hanno come base le piante officinali e che sono reperibili vengono controllati dalle autorità sanitarie, di conseguenza tutte le piante officinali sono autorizzate dal Ministero della Salute. Non è dunque possibile commerciale degli integratori che contengono piante dannose per la salute.

Quando si decide di assumere un integratore o un prodotto naturale l’effetto fisiologico non si vedrà subito, per poter ottenere il vero beneficio è necessario farne assunzione con costanza e regolarità, rispettando le dosi indicate sulla confezione. È anche importante tenere a mente che l’assunzione non si deve prolungare troppo, altrimenti causerà effetti negativi per l’organismo. Vengono sempre consigliati 2/3 mesi, che si alternano ad almeno 15/20 giorni di pausa.

Le avvertenze da rispettare sono quelle di non superare le dosi giornaliere consigliate e di non intendere gli integratori come sostituto di una dieta. I prodotti devono essere tenuti lontani dai bambini al di sotto dei tre anni.

Gli integratori che contengono le piante officinali non fanno ingrassare se utilizzati a piccole dosi, così da stimolare in modo favorevole le fisiologiche funzioni del nostro organismo. Inoltre, è difficile che abbiano alti valori di sostanze grasse o carboidrati.

I certificati che fanno riferimento all'acquisto di piante officinali da parte dei laboratori autorizzati ci dicono che non provengono affatto da organismi geneticamente modificati. È importante anche sapere che non possono contenere sostanze che sono pericolose per la salute stessa.

Se le allergie sono tutte note, anche quelle verso determinate piante, è necessario evitare di utilizzarle, mentre per quanto riguarda i pollini, a cui ne sono allergiche tante persone, tutte le piante vengono raccolte nel periodo prima della formazione di esso o molto dopo.