Per ordini telefonici contattaci al numero 06 90 91 063

SPEDIZIONE GRATUITA IN ITALIA SOPRA I 50€

INSERISCI IL COUPON BLACK50 PER USUFRUIRE DEL 50% DI SCONTO SU TUTTI I PRODOTTI!

Drenarsi e depurarsi naturalmente

Condividi

donna si tocca la caviglia ritenzione idrica

Indice

 

Una buona percentuale delle donne italiane, circa il 30%, tornando a casa alla fine della loro lunga giornata, avvertono una fastidiosa sensazione di gonfiore in determinate aree del corpo, soprattutto in caviglie, gambe, cosce e addome. Ma da cosa è dovuta questa situazione?

Drenare i liquidi in eccesso

Questa sgradevole condizione si verifica quando si crea una sorta di stagnazione di liquidi tra le cellule causata dai tessuti del nostro organismo e deve indirizzare, senza perdere eccessivamente tempo, a prendere in considerazione la possibilità di trovare un modo naturale ed efficace per drenare i liquidi in eccesso, sgonfiando il corpo ed eliminando le tossine.

La causa è spesso legata ad uno stile di vita poco equilibrato, stress e sedentarietà a cui la vita di tutti i giorni, spesso malvolentieri, ci costringe. Non solo, possono essere molteplici le cause che determinano questo problema. Quindi, in sostanza, drenare i liquidi in eccesso in modo naturale vuol dire adoperarsi per risolvere principalmente il problema della ritenzione idrica.

Ritenzione idrica, cos’è e quali sono le cause

La ritenzione idrica è una particolare tendenza di trattenere liquidi, sali minerali e tossine nello spazio interstiziale tra le cellule provocando edemi, cioè gonfiori associati spesso a dolori, rigidità delle articolazioni e oscillazione del peso o aumenti improvvisi dello stesso.

All’origine di questo problema possono esserci spesso patologie, come l’insufficienza venosa e linfatica, insufficienza renale, insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa e patologie alla vescica: quest’ultima in particolare quando si è sovrappeso, determinando anche un rallentamento della diuresi, favorisce ulteriormente la ritenzione idrica.

Altre cause che possono determinare la ritenzione idrica sono:

  • Scarsa idratazione: bere poca acqua sfavorisce la quotidiana diuresi e il normale smaltimento dei liquidi, è sempre consigliato bere almeno due litri di acqua al giorno;
  • Gravidanza: lo stato interessante nelle donne provoca spesso scompensi ormonali, in particolare del progesterone che agisce sulle pareti dei vasi sanguigni, rendendoli più permeabili e favorendo la fuoriuscita di liquidi che ristagnano;
  • Sedentarietà: stare troppo tempo fermi senza fare attività fisica, causa anche un lavoro che non favorisce il movimento, riduce la circolazione linfatica, la diretta responsabile dell’eliminazione dei liquidi in eccesso;
  • Cattive abitudini: come il tabagismo, una dieta ipocalorica, ricca di sali e povera di proteine e il consumo eccessivo di alcolici;
  • Problemi di circolazione sanguigna: difficoltà delle normali funzioni del microcircolo ematico e linfatico possono essere responsabili della stagnazione dei liquidi nell’organismo;
  • Utilizzo di farmaci: come anticoncezionali orali, cortisonici e antinfiammatori.

 

Queste sono tra le principali cause che determinano la ritenzione idrica: uno stile di vita poco sano, sedentario e con cattive abitudini, patologie, stato di gravidanza e uso di farmaci.

Ti stai chiedendo se soffri di ritenzione idrica?
Ecco dei semplici consigli per scoprire se anche tu soffri di questo disturbo.

Capire se si soffre di ritenzione idrica

Per essere sicuri di soffrire di questo fenomeno ti basta osservare il tuo corpo allo specchio, se hai le gambe e le caviglie gonfie con un colorito non uniforme, sicuramente ne soffri. In particolare, se già avverti una sensazione di spossatezza e pesantezza agli arti inferiori, sintomi facilmente riconducibili alla ritenzione idrica, è molto più probabile che questo problema ti abbia già colpito.

Per essere veramente sicuri, oltre a fare l’esame del peso specifico delle urine, ti basta fare un po’ di pressione con un dito nella zona del gonfiore che ti provoca dolore, se rimane l’impronta dopo aver tolto il dito sicuramente soffri di questo problema.

A questo punto, una volta accertato che soffri di ritenzione idrica, quali sono i rimedi per contrastarla?

Rimedi alla ritenzione idrica

Oltre all’eliminazione delle cattive abitudini come fumo, eccessivo uso di alcool oppure utilizzo di tacchi troppo alti e abiti stretti, per rimediare alla ritenzione idrica puoi seguire questi consigli:

  • Fai attività fisica: non devi per forza fare palestra, anche se un allenamento completo è l’ideale, puoi anche fare movimento senza troppo impegno, ad esempio con delle lunghe passeggiate a velocità sostenuta o evitando di prendere l’ascensore;
  • Fai un massaggio linfodrenante: ti aiuta a favorire il drenaggio dei fluidi linfatici, riducendo i ristagni attraverso la stimolazione della circolazione linfatica;
  • Bevi tanta acqua: è una delle soluzioni più semplici per combattere la ritenzione idrica, sembra strano ma è così, iniziare a bere più acqua durante il giorno non solo favorisce la diuresi ma, bevendo frequentemente e in piccole quantità, aiuterai il tuo corpo ad assorbire una maggiore quantità di liquidi;
  • Metti a tavola: fibre, presente nella verdura e nella frutta, serve per stimolare il normale deflusso venoso a livello addominale e combattere la stitichezza, vitamina C, contenuta soprattutto in verdure come pomodori e peperoni e nella frutta, in particolare in agrumi, lamponi, kiwi, fragole, mirtilli e ribes ed oltre ad essere un antiossidante e antinfiammatorio svolge anche la funzione di proteggere i capillari;
  • Assumi integratori e diuretici: in particolare se hai una patologia legata alla formazione della ritenzione idrica, assumere farmaci o fitopreparati, se preferisci un metodo più naturale, ti aiuta a risolvere il problema dei liquidi in eccesso.

 

In sintesi, i metodi più efficaci per combattere la ritenzione idrica sono: seguire una dieta equilibrata bevendo tanta acqua, sforzarsi di fare un po’ di attività fisica, non esagerare con le cattive abitudini e aiutarsi con cibi e integratori ricchi di sostanze che favoriscono la diuresi come la betulla, l’ortica, la gramigna e l’asparago.

Depurarsi ed eliminare le tossine in modo naturale

Nel nostro organismo, ogni giorno, si depositano due tipi di tossine: esogene, se provengono da fonti esterne come conservanti o coloranti, endogene se vengono prodotte internamente dal nostro corpo attraverso i cibi ingeriti.

Per depurarsi è necessario stimolare l’attività di tutti quegli organi come i reni, il fegato, l’intestino e i polmoni che fisiologicamente hanno anche una funziona depurativa del nostro organismo. Come?

  • Dormi in modo regolare: evita di fare le ore piccole e dormi regolarmente almeno 8 ore a notte, il sonno svolge un’azione depurativa e contribuisce all’eliminazione delle tossine;
  • Fai uno scrub: il modo migliore per eliminare le cellule morte e le tossine dalla nostra pelle causate da fattori esogeni come l’inquinamento;
  • Non digiunare: non aiuta anzi, ottieni il risultato opposto perché rallenti il tuo metabolismo;
  • Fai una dieta ricca di verdure: come broccoli, cavoli, aglio, carciofi e asparagi, ricchi di sostanze utili per l’attività di detossificazione del fegato e dell’intestino;
  • Bevi qualche tisana: bevande ottime perché rappresentano un modo molto semplice e naturale per purificare l’organismo. Al riguardo, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro brand di tisane italiane Saitè, un vasto assortimento con aromi molto creativi e unici.

 

Insieme ai metodi naturali descritti sopra puoi prenderti cura del tuo corpo assumendo specifici integratori alimentari con funzione depurativa e disintossicante, un modo efficace per drenare i liquidi in eccesso e accelerare l’eliminazione delle tossine dal nostro organismo in modo naturale.

  • Elekea consiglia per il tuo benessere l’integratore alimentare Orfeo, un fitopreparato che svolge un’azione drenante, depurativa, diuretica e urolitica, perfetto per combattere la ritenzione idrica e la stasi linfatica e riequilibrare la funzionalità renale.

 

Seguire la maggior parte di questi consigli può sembrarti difficile o troppo impegnativo, in particolare se riguardano un cambiamento radicale delle tue abitudini, in realtà però, oltre al benessere fisico e mentale che potresti raggiungere presto, uno stile di vita sano, ottenuto seguendo semplici accorgimenti che possono diventare nuove abitudini, ti permette di stare sempre in forma e di affrontare al meglio tutte le sfide che la vita ti pone davanti. Devi solo voler stare bene.

Entra in Elekea

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato per primo.
Per te, uno sconto del 10%

"*" indica i campi obbligatori

Nome e cohnome*
MM slash GG slash AAAA
Per inviare questo modulo, devi accettare la nostra dichiarazione sulla privacy*